Le variazioni Reinach Kindle ´ Le variazioni PDF or

Le variazioni Reinach Kindle ´ Le variazioni  PDF or
  • Hardcover
  • 412 pages
  • Le variazioni Reinach
  • Filippo Tuena
  • Italian
  • 25 December 2017
  • 8817005746

Le variazioni Reinach[Reading] ➷ Le variazioni Reinach Author Filippo Tuena – Essayreview.co.uk Parigi, una domenica di marzo L autore passeggia per i corridoi di un museo quando, all improvviso, vede una mano posarsi sui mobili ancora perfettamente conservati quella di B atrice Reinach che torn Parigi, una domenica di marzo L autore passeggia per i corridoi di un museo quando, all improvviso, vede una mano posarsi sui mobili ancora perfettamente conservati quella di B atrice Reinach che torna a rivivere tra le mura della villa in cui cresciuta Preme Le variazioni PDF or perch l autore racconti la sua storia e quella della sua famiglia, dagli splendori di inizio Novecento alla tragedia dei campi di concentramento dove trov la morte con il marito L on e i due figli Fanny e Bertrand Tuena trae spunto da questo incontro immaginario per portarci nella bellissima Parigi di inizio secolo e raccontarci i fasti e le miserie dei personaggi che l hanno resa grande.


About the Author: Filippo Tuena

Filippo Tuena si laureato in Storia dell Arte alla Sapienza di Roma Fino al ha lavorato nell antiquariato Da allora si occupa di libriVive gran parte dell anno a Milano Scrive narrativa e dirige una collana per l editore Nutrimenti.


10 thoughts on “Le variazioni Reinach

  1. says:

    VOCI LONTANE SEMPRE DISTANTI La casa museo Nissim de Camondo nell VIII arrondissement di Parigi, vicino al Parc Monceau.Il progetto letterario davvero bello Durante una visita alla casa museo Nissim de Camondo di Parigi, uno scrittore rimane particolarmente colpito da una fotografia Si tratta di una famiglia che ha partecipato alla Storia e ha una sua storia importante I quattro che in particolare attirano l attenzione dello scrittore sono morti ad Auschwitz Ebrei, banchieri, emigranti, mi VOCI LONTANE SEMPRE DISTANTI La casa museo Nissim de Camondo nell VIII arrondissement di Parigi, vicino al Parc Monceau.Il progetto letterario davvero bello Durante una visita alla casa museo Nissim de Camondo di Parigi, uno scrittore rimane particolarmente colpito da una fotografia Si tratta di una famiglia che ha partecipato alla Storia e ha una sua storia importante I quattro che in particolare attirano l attenzione dello scrittore sono morti ad Auschwitz Ebrei, banchieri, emigranti, militari, patrioti, musicisti, appassionati d arte, hanno incrociato la strada di Proust, Renoir, Valery, Dreyfuss, avorio e ambra , le due guerre mondiali Da l parte la ricerca di Tuena, lo scrittore , che insieme saggio, saga, diario confessione, romanzo E quindi, certo, specchi che si riflettono e giocano, matrioske, scatole cinesi, letteratura sulla letteratura Avrebbe potuto essere una delizia.Ma io e Tuena non siamo mai riusciti a incontrarci Lui scriveva da una parte e io leggevo da un altra.E leggevo con fatica, senza piacere, trascinandomi sulle pagine, arrampicandomi sulle sue parole.Provo a spiegare perch.Tuena mi sembrato pi preso dalle consecutive, dall uso della virgola e dalla conta della punteggiatura, che dai suoi personaggi Non riesce a dar vita a queste persone, che rimangono immagini su fotografie sbiadite, non entra dentro Tutto il grande lavoro di ricerca e indagine si concentra soprattutto, oltre che sulla costruzione dei periodi, sull ossessiva ripetizione degli alberi genealogici, i soggetti rimangono distanti, mai a fuoco.Altra ossessione che riempie troppe pagine quella per la toponomastica, per gli indirizzi, ripetuti a martello, come se stesse prima di tutto cercando di ricordare a se stesso pi che al lettore Il lettore, invece, rimane confuso, e intreccia i nomi.Il titolo parla di variazioni, che dovrebbero essere musicali ma non ho mai sentito il ritmo e la musica di questa scrittura, men che meno le variazioni che vezzosamente intitolano i tanti brevi capitoli altro vezzo cui Tuena tiene molto parlare di s in terza persona, definirsi lo scrittore Ho trovato la sua scrittura esangue Monocorde Mancano guizzi, vette, crescendo e calando sembra che abbia immerso il tutto in un brodo annacquato di madeleine muffite.Cosa avrebbe fatto W.G.Sebald con una materia simile Bisogna superare le prime cento pagine perch Tuena introduca seriamente la Storia Prima, tutto di sfuggita, il caso Dreyfuss, l intera Grande Guerra, la Storia rimane assente, solo nomi e indirizzi.Perch non far sentire lo scandire del tempo, cosa succedeva in Europa, come si preparava quello che capiter a questi personaggi Un buon libro di storia avrebbe pi vita e pulsazioni di questo.E, infatti, quando la Storia irrompe, questa particolare storia si fa finalmente pulsante, acquista vita, e conquista il mio interesse di lettore Nella narrazione spuntano i documenti, per raccontare due anni Tuena impiega lo stesso numero di pagine che gli sono servite per raccontarne decine, a tutto vantaggio della profondit , di una maggiore consapevolezza, del piacere di lettura.Per , i documenti rimangono i momenti pi vivi, e pi veri.Per , i viaggi in treno tra la Francia occupata e la Francia di Vichy, tra Parigi e Pau, pi volte, avanti e indietro io non riesco a farli, Tuena non mi fa salire su quel treno.Come non mi porta sul confine tra Francia e Spagna nei tentativi di L on di passare la frontiera, fino a quello fatale che porta all arresto.Cos come non ci sono il giorno del tanto rimandato divorzio tra L on e B atrice.E non sono a Boulevard Barr s il giorno dell arresto di B atrice e Fanny.Con l arrivo dei nazisti, la Storia diventa per fortuna ancora pi invadente e la narrazione migliora.Forse dipende dal fatto che i personaggi entrano nell universo concentrazionario, ebrei in mano ai nazisti, a quelli francesi prima, a quelli tedeschi dopo e quindi il racconto cresce automaticamente d intensit.Ma Tuena non ha mai saputo davvero prendermi per mano, non mi ha mai portato via Il momento di maggiore intensit , quello che pi si avvicina alla verit mi parso quando lo scrittore descrive una scena dall Amleto di Shakespeare, descrizione ritengo di uno spettacolo visto a teatro E cancello il tuo nome dalla mia facciata, e confondo i miei alibi e le tue ragioni.Lionello Venturi Ascoltando Beethoven 1900

  2. says:

    Ho apprezzato il lavoro del narratore, il cercatore di storie , che ha voluto proprio mettersi nei panni e nei pensieri di Leon Reinach, di professione compositore di musica , nato in una delle famiglie ebree francesi pi ricche, vissuto tra mura di case ricchissime di arte, storia e letteratura, fino a quando la guerra non ha fatto irruzione e cancellato ogni traccia Lo scrittore riuscito nel suo intento dal momento in cui Leon e la sua famiglia sono stati internati nel campo di Dracy e Ho apprezzato il lavoro del narratore, il cercatore di storie , che ha voluto proprio mettersi nei panni e nei pensieri di Leon Reinach, di professione compositore di musica , nato in una delle famiglie ebree francesi pi ricche, vissuto tra mura di case ricchissime di arte, storia e letteratura, fino a quando la guerra non ha fatto irruzione e cancellato ogni traccia Lo scrittore riuscito nel suo intento dal momento in cui Leon e la sua famiglia sono stati internati nel campo di Dracy e poi ad Auschwitz Fino a quel momento i personaggi erano solo nomi, luoghi e fotografie in bianco e nero, sfocate Da quando sono diventati dei numeri tatuati sul braccio, i Reinach hanno acquistato consistenza, quella dei morti nei campi di sterminio nel silenzio cui Tuena d voce.La quinta stella non l ho data per la prima parte poco vivida, inconsistente, che non mi ha coinvolto particolarmente

  3. says:

    nella quarta parte c un ombra terribile un immagine in fondo al pozzo che sempre riflette il volto di chi vi si affaccia F.Tuena Ho intrapreso la lettura di questo libro sull onda dell impressione che mi ha suscitato la lettura di Ultimo parallelo, auspicando di ritrovare il tocco di un autore che in quel caso mi ha particolarmente coinvolto e cos almeno in parte stato.Le ovvie differenze risiedono nella scelta del soggetto su cui Tuena ha esercitato il suo particolare metodo di appro nella quarta parte c un ombra terribile un immagine in fondo al pozzo che sempre riflette il volto di chi vi si affaccia F.Tuena Ho intrapreso la lettura di questo libro sull onda dell impressione che mi ha suscitato la lettura di Ultimo parallelo, auspicando di ritrovare il tocco di un autore che in quel caso mi ha particolarmente coinvolto e cos almeno in parte stato.Le ovvie differenze risiedono nella scelta del soggetto su cui Tuena ha esercitato il suo particolare metodo di approccio narrativo bench , in ambedue i casi, riguardi tragedie avvenute nella prima met del novecento, ma l si trattava di pochi uomini dispersi in un infinito di ghiaccio e isolamento Anche nel caso di Le variazioni Reinach l attenzione si rivolge in particolare ad alcuni individui, i componenti della famiglia Reinach loro malgrado protagonisti, ma qui siamo in piena Europa e nell ambito di una delle maggiori e orribili catastrofi della storia dell umanit.Alcuni peculiari e determinanti elementi dello stile dell autore ricorrono tuttavia da un opera all altra dell accuratissima documentazione di cui Tuena dopo anni di lavoro e ricerche si avvalso, l autore ci illustra in dettaglio anche il laborioso e spesso frustrante processo di indagine, con i suoi piccoli grandi successi, i passi falsi, le ingannevoli apparenze smentite pi volte da una nuova testimonianza, una data in un documento ingiallito, un ricordo di un sopravvissuto, una fotografia interpretabile in modo opposto al primo sguardo L autore ci trascina ad accompagnarlo in questo gravoso percorso, intercalando alle pagine dedicate alle vicende di oltre mezzo secolo fa, le proprie personali vicissitudini di ricercatore nelle biblioteche, negli archivi, negli scambi di lettere e fotocopie con sconosciuti, talora disponibili, altre volte palesemente bruschi e contrariati dall insistenza di questo maniacale scavatore del passato remoto Proviamo con lui l intimo piacere, pur infinitesimo di fronte alla dimensione dell ineluttabile sciagura, nell accendere una piccola fiammella di conoscenza, di svelamento di un dettaglio altrimenti perduto negli infiniti recessi del tempo.Un altro strumento che, come in Ultimo parallelo, ci apre una finestra nel metodo Tuena l analisi delle fotografie, talmente minuziosa e profonda da rasentare a volte addirittura l arbitrio e la fantasia ma pi spesso, molto pi spesso, l osservazione ci appare oggettiva, corretta e talora illuminante l autore ci insegna ad interpretare l espressione di un volto, il significato di un soprammobile, le implicazioni di una luminosit , la psicologia di una postura e di un atteggiamento Mi ha suscitato il dubbio di non avere mai saputo esaminare realmente una fotografia, per il giusto tempo, al di l del soggetto in primo piano, dietro allo scopo per cui quell istantanea stata scattata, l intento del fotografo , professionista o occasionale Vi poi un ulteriore elemento, cruciale in Ultimo parallelo ma ricorrente anche in quest opera, un elemento che ha infastidito molti ed ha tratto in inganno e confusione anche me In quest epoca in cui la scorrevolezza di un testo viene citata sovente come pregio di una lettura, Tuena in modo deliberato crea nel discorso degli inciampi, degli ostacoli che a volte costringono a tornare indietro per capire chi che compie l azione e perch diamine la frase o il periodo sembri un anacoluto e non sia stato espresso, da parte di uno scrittore esperto e accreditato, in modo da rendere comprensibile all istante lo svolgimento del pensiero e dell azione che rappresenta Ho provato ad interpretare questo artificio, da alcuni attribuito a una sorta di snobismo non potendosi certo sostenere che Tuena non sappia scrivere , immaginando che sia un modo di sottolineare, di bloccare il lettore per riportare meglio l attenzione e la concentrazione sul testo senza lasciarsi trasportare passivo dalla scorrevolezza dello stile.Aggiungo infine che queste riflessioni si riferiscono ai primi tre quarti di Le variazioni Reinach perch la parte conclusiva l ho letta quasi in apnea ed evitando di soffermarmi a riflettere, perch non mi possibile analizzare e godere della bellezza di un libro, e tanto pi quando esso si rivela efficace, al cospetto di una sciagura di tali proporzioni

  4. says:

    A Parigi, questo inverno, ho frettolosamente visitato le Mus e Camondo senza nulla vedere, senza nulla sapere ho percorso senza cura la casa, certo magnifica, ma per me vuota di significato, con i suoi innumerevoli gu ridons e mobili preziosi, oggetti da collezionista, squisitezze che non hanno mai attirato la mia attenzione Ammobiliavo cos le ore prima di riprendere il treno, distratta, gi proiettata verso il vicino parc Monceau che dalle finestre della casa gi si intravede Ho appena fa A Parigi, questo inverno, ho frettolosamente visitato le Mus e Camondo senza nulla vedere, senza nulla sapere ho percorso senza cura la casa, certo magnifica, ma per me vuota di significato, con i suoi innumerevoli gu ridons e mobili preziosi, oggetti da collezionista, squisitezze che non hanno mai attirato la mia attenzione Ammobiliavo cos le ore prima di riprendere il treno, distratta, gi proiettata verso il vicino parc Monceau che dalle finestre della casa gi si intravede Ho appena fatto veramente caso alle parole della mia ospite che mi disse quella famiglia scomparsa tutta ad Auschwitz, nessun superstite.Ora li conosco, li conosco bene, li ho incontrati da molto vicino, fantasmi ridati a vita, nelle Variazioni di Filippo Tuena, e sono parenti.Forse mio padre, che stato anche lui internato a Drancy, potrebbe averli incontrati l , prima che loro fossero deportati, scendendo ogni scalino dell Inferno, fino alla fine, mentre mio padre ebbe la fortuna di ammalarsi di tifo e fu liberato, assieme ad altre migliaia, nel novembre 41, ebbe la fortuna di poter fuggire dalla Francia Le variazioni di Tuena sono un ordinato groviglio di emozione, ricerca, documentazione, immaginazione Un libro dal quale suppongo non esca indenne lo scrittore e cos il cercatore di storie rimane solo mentre la storia di cui si era innamorato si spegne come in lontananza si spengono i passi di un uomo molto silenzioso a cui ha cercato di ridar voce E, di sicuro, il lettore non esce indenne, esce ammaccato ed ammirato.Piccolo capitolo dopo piccolo capitolo variazioni, appunto, come in musica , con una scrittura impressionista e scientifica, Tuena avvicina a cerchi concentrici il cuore nero della sua storia, con l indicibile finale.Non assume lo sguardo dello storico, solo lucido, ma anche la fatica del narratore, i tentativi di rintracciare parcelle di notizie, e osa dare voce alle allucinazioni che possono far agire, parlare, materializzarsi i personaggi che traccia da cos vicino che gli sono pi che padri, fratelli, madri o sorelle.Piccole preziose fotografie punteggiano la ricostruzione peccato il formato lillipuziano.Ipotesi, archivi, interviste, documenti agghiaccianti, documenti commoventi, dialoghi, commenti di fotografie L impressione che il romanziere ci abbia donato il suo archivio, senza tralasciare nulla Spetter forse a noi riprendere a narrare, di sicuro a me spetta tornare al mus e Camondo, alla villa greca di Nizza con tutto la conoscenza che mi stata regalata Mi sembrer di sentire un piano che suona, L on Reinach alla tastiera, uomo silenzioso e cos presentechokengtitiktitikchokengs in seguito a una gentile segnalazione dell autore, il link dove si pu ascoltare la sonata di Leon Reinach pianista Maria Pia Carola Mostra meno

  5. says:

    Uno tra i pi bei libri della letteratura italiana degli ultimi venti anni Da grande ammiratore di Sebald quale Tuena confessa di essere, lo scrittore cerca di entrare nella vita, nei punti di vista, nei pensieri reconditi dei suoi protagonisti, una ricca famiglia di ebrei francesi, i Camondo Reinach, partendo da piccoli dettagli, da immagini fotografie, ritratti , scarse testimonianze, lettere, pochi reperti faticosamente messi insieme dall autore che si fa personaggio egli stesso, dei quali Uno tra i pi bei libri della letteratura italiana degli ultimi venti anni Da grande ammiratore di Sebald quale Tuena confessa di essere, lo scrittore cerca di entrare nella vita, nei punti di vista, nei pensieri reconditi dei suoi protagonisti, una ricca famiglia di ebrei francesi, i Camondo Reinach, partendo da piccoli dettagli, da immagini fotografie, ritratti , scarse testimonianze, lettere, pochi reperti faticosamente messi insieme dall autore che si fa personaggio egli stesso, dei quali vuole ricostruire faticosamente la storia, dai fasti del primo novecento alla loro triste fine ad Aushwitz, talvolta confondendosi con essi nel suo sforzo di immedesimazione, lasciandosi trascinare e trascinando con s il lettore in un vertiginoso viaggio nella storia dell Europa e nell abisso della Shoah Ci sono pagine di altissima qualit poetica e letteraria, c una sensibilit acuta e coinvolgente, ci sono spettri e voci di persone scomparse che tornano in vita per non farsi dimenticare Per non farci dimenticare, per sconfiggere la paura dell oblio

  6. says:

    Questo un libro sul peso dell eredit , sul molto che lasciamo sul niente che lasciamo sul molto che riceviamo sul niente che riceviamo p 65

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *